Manutenzione

Consigli per una woom bike a prova d'inverno

Sarah Schwarz
Sarah Schwarz

Chi ama la sua woom bike se ne prende cura, la pulisce e la lubrifica. Soprattutto d'inverno, le biciclette devono affrontare numerose sfide. Nei mesi freddi, infatti, sulle strade arrivano la neve, il bagnato e l'aggressivo sale contro il ghiaccio; questi fattori possono mettere a dura prova la vostra bici. 


Per fare in modo che la vostra bicicletta funzioni senza problemi nonostante le condizioni avverse e che tuo figlio possa pedalare sicuro, è molto importante iniziare già da ora con alcuni interventi di preparazione e manutenzione. Con un minimo di cura, i vari componenti durano più a lungo e vi risparmiate riparazioni.

Ecco alcuni consigli per far superare bene l'inverno alla vostra woom bike, e a vostro figlio.


Prima pulire…

Il sale sparso per strada contro il ghiaccio è veleno per le biciclette, specialmente per la catena, dove già dopo poche ore si può formare della ruggine. Per questo vi consigliamo di rimuovere il sale dalla bici con la massima delicatezza e attenzione possibile dopo ogni giro sotto la pioggia o nella neve. Utilizzate semplicemente dell'acqua calda e una spugna, e un panno morbido per asciugare. Se, invece, fango e sale si sono asciugati, l'unico rimedio è spruzzare un apposito detergente per bici e lasciarlo agire. Nel caso in cui sulla catena si sia formata una patina di ruggine, la potete togliere con un panno morbido, dopodiché applicate un sottile strato di olio sulla catena asciutta per farla tornare a scorrere bene.

… poi avvitare

Dopo aver pulito la bicicletta potete iniziare con la manutenzione.

Consiglio:

Una cosa innanzitutto: la bicicletta è un sistema tecnico complesso, che come ogni altro macchinario ha bisogno di manutenzione e di controlli. Nelle istruzioni della vostra woom bike trovi gli intervalli di manutenzione raccomandati. Tieni comunque presente che se la bici viene usata in modo intensivo questi intervalli si accorciano.

Per la sicurezza di tuo figlio, quindi, ti raccomandiamo di fare un breve check-up di sicurezza. Come regola generale, ricordati questi tre elementi:


viti, freni, aria

  1. Viti: controlla che tutte le viti di fermo e gli sganci rapidi siano ben stretti. Alcune viti importanti sono quelle su manubrio, attacco manubrio, serie sterzo, sella, ruote e pedali.
  2. Freni: verifica che il freno anteriore e quello posteriore funzionino perfettamente. I freni sono componenti fondamentali per la sicurezza della bici: non basta un controllo visivo! In caso di forti sbalzi di temperatura può anche succedere che nelle guaine del cambio si accumuli della condensa, che poi improvvisamente si ghiaccia, bloccando la frenata. Per prevenire questo fenomeno potete (far) pulire e oliare i cavi Bowden. Fate in modo che l'olio non vada a finire sui dischi o sulle pastiglie dei freni, perché altrimenti la frenata ne sarebbe fortemente compromessa. Se i freni vengono a contatto con l'olio, è poi necessario sostituirli. Controlla poi che le pastiglie dei freni siano abbastanza spesse. Soprattutto d'inverno, infatti, con lo sporco le pastiglie si usurano più velocemente. Se non si dovessero più vedere le scanalature, significa che è giunta l'ora di cambiare le pastiglie dei freni.
  3. Aria: per una migliore tenuta su fondo scivoloso, d'inverno potete abbassare la pressione delle gomme. La pressione massima e minima è indicata sul fianco delle gomme. D'inverno puoi orientarti al valore più basso, perché con una pressione inferiore la ruota presenta un migliore contatto con il suolo e, di conseguenza, una maggiore aderenza. Verificate poi regolarmente che gomme e ruote non presentino danni o corpi estranei, e che il battistrada sia abbastanza profondo.


In questo dettagliato contributo del blog con tutorial video scoprirai come procedere e quali sono le altre parti che dovrai controllare regolarmente.


Il momento migliore per un check-up della bici

Mandate le vostre bici in letargo o le continuate a utilizzare? Qualunque sia la vostra scelta, l'autunno e l'inverno sono il momento migliore per un check-up professionale. Nei mesi freddi, infatti, la maggior parte dei negozi di biciclette ha meno da fare, e di conseguenza le officine ciclistiche hanno più tempo e risorse a disposizione

In un check-up completo si controllano la funzionalità e la sicurezza (in Italia: secondo il Codice della Strada) della vostra bici. A seconda del livello di usura dei singoli componenti, poi, sarà necessario un check-up più o meno approfondito. Se fate controllare la vostra woom bike una volta l'anno, potete scegliere tranquillamente un'ispezione più dettagliata.

  • Normalmente, un check-up di base include il controllo di tutti i collegamenti a vite, dei freni e del cambio. Si va anche a controllare e, se necessario, ad aumentare la pressione delle gomme, e si lubrificano la catena e altri componenti mobili. Solitamente non è incluso il lavaggio della bicicletta, quindi conviene pulirla prima.
  • In un check-up approfondito, poi, si aggiunge la verifica di altre parti come i cuscinetti e la trasmissione (catena, cassetta, pedivella e movimento centrale). In più, si effettua la pulizia della bici e di vari componenti.
Consiglio:

Importante: anche se non ci sono problemi di sicurezza evidenti, ti consigliamo di sottoporre la vostra bici almeno una volta l'anno a una manutenzione professionale per ridurre al minimo il rischio di incidenti. Se la bicicletta è tenuta bene, vostro figlio non solo si divertirà di più sulle due ruote, ma avrà anche tutta la sicurezza di cui ha bisogno per circolare su strada.

La tana giusta per l'inverno

Il luogo ideale dove lasciare la vostra bici nel periodo invernale è asciutto e ben aerato. Se non avete a disposizione uno spazio coperto, vi consigliamo di tenerla al caldo con coperte e teloni per proteggerla dal freddo e dall'umidità. Durante l'inverno, gli pneumatici tendono a perdere pressione. Per non avere una woom bike con le ruote a terra, il che potrebbe anche danneggiare i cerchioni, è bene che le gomme siano abbastanza gonfie. E non è una cattiva idea dargli una pompata ogni tanto. Se avete una woom bike con il cambio, poi, conviene mettere la catena sul pignone più piccolo per evitare tensioni superflue.

E come bisogna comportarsi con la e-MTB woom UP? Per questo tipo di bici bisogna fare molta attenzione alla batteria, che di solito predilige temperature leggermente più calde. È bene quindi, come raccomanda la casa produttrice Fazua, toglierla dall'e-bike. Prima di mettere via la bici, caricate la batteria al 60% e verificate nuovamente il livello di carica dopo circa sei mesi. Se è sceso al 20% o meno, conviene ricaricare la batteria al 60%. In questo modo, infatti, la batteria non subisce danni e mantiene la piena capacità.

Se seguirai questi consigli, la vostra woom bike supererà agevolmente l'inverno; e, quel che è più importante, sarà una compagna di viaggio sicura per vostro figlio.