Passa al contenuto principale

Spedizione gratuita per ordini superiori a 59 CHF! L'ordine arriverà a casa tua in soli 5–7 giorni lavorativi!

Mountain-bike

È tutta una questione di setup: ecco come tuo figlio può ottenere il massimo dalla sua mountain bike

La nuova mountain bike è arrivata ed è fresca di montaggio. Tuo figlio non vede l'ora di saltare in sella e partire – è del tutto comprensibile! Se però la sella è troppo alta, le leve dei freni sono difficili da raggiungere o le gomme sono troppo dure, anche la più mitica MTB diventa presto una seccatura.

Sarah Schwarz

La regola generale è: che si tratti della prima uscita in assoluto o della prima dopo la pausa invernale, assicurati di adattare sempre tutti i componenti della bici alla corporatura di tuo figlio. Se tuo figlio ultimamente è cresciuto parecchio, avrai bisogno di sistemare nuovamente la bici per adattarla alla sua nuova taglia. Solo una bici con un setup perfetto garantisce il pieno controllo e una sensazione di sicurezza alla guida.

In questa breve guida di bike fitting scoprirai quali componenti sono importanti per il setup della MTB e quali viti devi regolare. Iniziamo con le impostazioni del cockpit:


Impostare le leve dei freni in base al reach

Tutto sotto controllo? La giusta regolazione delle leve dei freni è importantissima, perché solo così tuo figlio potrà frenare senza sforzo e fermarsi subito nelle situazioni che lo richiedono. Si tratta dell'incolumità di tuo figlio. Assicurati che tuo figlio riesca a raggiungere bene le leve dei freni senza dover togliere le mani dal manubrio. 

Un consiglio: una buona mountain bike dovrebbe essere dotata di freni a disco di alta qualità, come la nostra woom OFF. Soprattutto per i bambini, i freni a disco sono l'ideale, perché rendono più facile dosare la frenata e offrono delle buone prestazioni anche a chi ha poca forza nelle mani – bastano un dito o due per azionarli.

Con la vite di regolazione nella leva del freno puoi regolare facilmente il reach, ovvero la distanza della leva del freno dal manubrio.

  • Se continui a stringere la vite, poi, la leva del freno si avvicina alla manopola.
  • Se allenti la vite, aumenta la distanza dal manubrio.

Il giusto setup si ha quando tuo figlio tira la leva del freno e questa, quando si trova nella corsa a vuoto, resta quasi parallela al manubrio. La leva dei freni non deve in ogni caso entrare in contatto con l’impugnatura del manubrio, anche quando premuta fino in fondo.

Oltre al reach, anche l'inclinazione delle leve dei freni si può regolare. Per farlo, devi solo allentare leggermente la vite di fissaggio (non allentarla del tutto). Per la regolazione ideale delle leve, i polsi di tuo figlio non devono essere piegati e le dita devono formare una linea retta con le braccia. In questo modo, il polso rimane in posizione naturale e le mani non si addormentano.

 

Posizionare correttamente la leva del cambio

Tuo figlio deve poter raggiungere e utilizzare con semplicità anche le leve del cambio, senza dover fare movimenti innaturali con il pollice. Se non è così, allenta le viti per il fissaggio della leva del cambio e fai scorrere la leva in orizzontale parallelamente al manubrio. Non dimenticarti di stringere bene le viti!

 

Regolare il manubrio e l'attacco del manubrio

Il manubrio è un importante punto di contatto fra la bicicletta e tuo figlio: da un lato, sostiene una parte del peso di tuo figlio e, dall'altro, trasmette alla ruota anteriore il movimento del manubrio. Sia la forma che la posizione del manubrio sono molto importanti per la postura e quindi per la sensazione alla guida e la maneggevolezza.

Negli ultimi anni, la tendenza è verso manubri larghi con attacco manubrio corto. In questo modo, soprattutto sui percorsi tecnici, si ottengono più sicurezza e controllo. Prima di passare al setup giusto, ecco una piccola guida ai manubri delle mountain bike: 

  • Riser: data la forma curva, nei manubri riser le estremità sono rialzate rispetto all'attacco manubrio. Le mani di tuo figlio sono quindi su un piano leggermente più alto, per cui in generale la posizione di guida è più dritta. Questo comporta allo stesso tempo maggiore comfort e controllo sui percorsi più ripidi.
  • Flatbar: a differenza del manubrio riser, questo è dritto, per cui la parte anteriore e il cockpit resteranno più bassi. Questo permette di avere molta più presa sui trail in pianura.
  • Backsweep: il manubrio inclinato all'indietro verso il guidatore riduce la distanza dalla sella. Questo garantisce a tuo figlio una posizione più rilassata ed ergonomica.


Come si fa a trovare la posizione di guida e del manubrio giuste (inclinazione e altezza)? 

Prima di tutto, tuo figlio dovrebbe riuscire a raggiungere il manubrio con le braccia leggermente piegate. Nel migliore dei casi, il busto dovrebbe essere leggermente inclinato in avanti (45 gradi) e le braccia dovrebbero formare un angolo da 90 a 100 gradi. 

Il componente decisivo per modificare l'altezza del manubrio è l'attacco manubrio. La maggior parte degli attacchi manubrio si può montare in due modi: verso l'alto o verso il basso. Anche le nostre MTB, la woom OFF e la woom OFF AIR, offrono questo sistema reversibile che permette di adattare il manubrio a tuo figlio.

Tramite l'attacco manubrio puoi anche modificare l'inclinazione del manubrio. Per farlo, allenta un po' le viti sul manubrio (non del tutto) e ruota il manubrio di pochi gradi sul suo asse. Nell'assetto finale le dita dovrebbero essere in linea con gli avambracci, come descritto sopra per le leve dei freni. C'è, però, un altro punto di contatto importante fra bambino e bike che va regolato per raggiungere una seduta ottimale sulla bici: 

regolare l'altezza e la posizione della sella 

UUna buona seduta permette di godersi molto di più l'esperienza in bici e di guidare con maggior sicurezza. Ecco come capire qual è l'altezza giusta della sella: 

  • Seduta bassa: una volta in sella, tuo figlio dovrebbe poter toccare terra comodamente con i piedi o con le punte dei piedi, senza per questo dover modificare la sua posizione sulla sella. In questo modo, in caso di emergenza, tuo figlio potrà toccare terra con i piedi e quindi fermarsi in qualunque momento, il che lo farà sentire molto più sicuro. Soprattutto per i principianti della bici, questa è la scelta migliore.
  • Seduta alta: se tuo figlio è già abituato ad andare in bici e si sente sicuro, puoi usare questa variante per esperti sia in pianura che in salita. Per impostare una seduta alta, tuo figlio dovrà sedersi in posizione eretta sulla sella (tu terrai ben salda la bici) e mettere i piedi sui pedali (la prima testa metatarsale sull'asse del pedale!). Alza la sella in modo che, con la pedivella abbassata, la gamba sia leggermente piegata. In questo modo si riducono i carichi sulle ginocchia e tuo figlio può dare un'ottima spinta sui pedali.

Un consiglio: abbassa la sella prima delle discese tecniche! Nei percorsi downhill più lunghi tuo figlio si trova in posizione da discesa, vale a dire in piedi. Una seduta bassa gli dà più libertà di movimento e anche sicurezza sulla bici.

Tuo figlio non ha ancora trovato una buona seduta? 

Allora dovresti prendere in considerazione anche queste impostazioni: 

  • Arretramento: è possibile far scorrere la sella in orizzontale lungo dei binari per modificare la distanza dal manubrio. Posizionando la sella più indietro, tuo figlio avrà una posizione più allungata e sportiva sulla sua mountain bike. Questo assetto è l'ideale sia per tour più lunghi che in salita. Ma attenzione: se la sella è troppo indietro si riduce la trasmissione di energia sui pedali. La sella non dovrebbe essere, però, nemmeno troppo avanti, per evitare di mettere troppo carico sulle ginocchia.Per trovare
    l'assetto ideale, utilizza un filo a piombo: posiziona la sella in modo tale che, con la pedivella in orizzontale, il filo a piombo che scende dalla rotula sia perpendicolare all'asse del pedale.
  • Inclinazione: la sella deve essere regolata in posizione il più possibile orizzontale, per ripartire il peso in modo omogeneo. Anche qui vale il principio: provare e vedere quale posizione risulta comoda per tuo figlio.

Non dimenticare: dopo la messa a punto, stringi bene di nuovo tutte le viti! 

La pressione ideale delle gomme per tuo figlio

In generale, gli pneumatici delle MTB hanno il grande vantaggio di poter funzionare con poca pressione. In questo modo, non solo ammortizzano meglio sui percorsi sconnessi, ma migliorano anche la presa sul terreno, aumentando la sicurezza alla guida, soprattutto in curva. 

La pressione massima e minima è indicata sul fianco delle gomme. Attenzione: la giusta pressione dello pneumatico non è un valore assoluto, bensì dipende dal peso del ciclista e dall'utilizzo che si fa della bicicletta Per un'ottima presa e una buona ammortizzazione, lo pneumatico dovrebbe abbassarsi leggermente (circa del 15% della sua altezza) quando tuo figlio è seduto sulla sella. 

Come si fa a sapere qual è la pressione giusta per un'uscita in bici? 

Inizia con una pressione più alta e fai fare a tuo figlio dei giri di prova con curve e terreno sconnesso. Dopo ogni giro, riduci leggermente la pressione di entrambe le gomme. Tuo figlio si deve concentrare su come cambiano l'aderenza e il comportamento di guida della bici in curva e sugli ostacoli. Se la pressione è troppo bassa, in curva e a velocità più alte le gomme possono sembrare molli e instabili. Un chiaro segno di pressione troppo bassa è quando tuo figlio sente gli urti del terreno sul cerchione.

Con questa messa a punto tuo figlio avrà il massimo controllo sulla sua mountain bike e potrà divertirsi senza limiti!

Vuoi ancora più avventura e più consigli dagli esperti?